ebook

Il social DRM per Ebook Editore

icon Elenco news icon Pubblicata il: 29/11/2012


Il mondo dell' editoria digitale, fin dalla sua nascita si è dovuto scontrare con la problematica della pirateria, argomento sempre attuale e fulcro di tante battaglie in quest' era digitale; l'editoria cartacea di fatto è avantaggiata sotto questo punto di vista, relegando le copie illegali a copisterie solitamente usate dagli studenti per grossi testi didattici, mentre la controparte digitale prova a rimediare alla condivisione indiscriminata di documenti che sarebbero a pagamento con l' utilizzo dell' Adobe DRM che di fatto non limita in maniera certa la condivisione. Negli ultimi mesi la protezione si è evoluta, portando in molti a pensare a un nuovo concetto di protezione: il social DRM.

Il social DRM (come si può intuire dal nome) è un DRM definito "sociale", utilizzato già in ampia scala da molte altre case editrici (Feltrinelli, Apogeo, Deagostini, ecc.), che applica all'interno del libro acquistato tramite gli store su internet, i dati sensibili dell' acquirente, marchiando così in modo univoco e rintracciabile libro acquistato. Questa strada è stata percorsa anche in altri ambiti di vendita digitale, come il famoso iTunes Store di Apple che all'interno dei brani musicali inserisce i dati sensibili dell'acquirente in modo da poterli rintracciare in caso di condivisione illegale su reti peer to peer.

Questo tipo di protezione lascia molta più libertà all' acquirente che non deve destreggiarsi tra registrazioni su siti, download di software dedicato, password da inserire e limitazioni di utilizzo.

Con l'implementazione di questo tipo di protezione Ebook Editore sceglie la strada della semplicità, una strada che favorisce gli acquisti e l' esperienza di lettura, portando di fatto l'acquirente a poter scegliere di non complicare un'attività (quella della lettura) che deve essere facilmente praticabile e che debba riconoscere al compratore del documento elettronico non solo la possibilità di poter leggere il libro, ma di essere effettivamente proprietario e libero fruitore dello stesso.


Condividi Condividi