Racconti di sesso ... ma non solo: Volume 4

una descrizione dei comportamenti, deprecabili o meno a seconda delle situazioni, ma sempre molto umani ...
Autore: Alfonso Mauriello - Genere: Narrativa
prezzo Prezzo
3,99
prezzo Formati disponibili

Data di pubblicazione: 27/10/2015
Numero pagine: 174
Codice EAN/ISBN EPUB: 978-88-98383-19-1

Leggi l'anteprima Online
Media voto:

   In questi “racconti di sesso .. ma non solo volume 4”, che prosegue i volumi 1,2,3, come ho voluto intitolare la raccolta, descrivo dei comportamenti, deprecabili o meno a seconda delle situazioni, ma sempre molto umani e quindi imperfetti. Comportamenti legati alla sfera sessuale, la molla di molte, quasi tutte le azioni della nostra specie. Quindi i racconti narrano di sesso, ma non solo. Quello che si estrinseca in loro è l’interesse per la persona protagonista della storia, come si sente, cosa pensa, cosa vorrebbe fare ed invece cosa fa perché costretta dal caso, dagli altri, da se stessa. Esplorano i ruoli e le pratiche che ruotano intorno a quell’atto che da sempre si perpetua, immutabile ed immoto.  

   Questi racconti trattano di persone che hanno intenzioni, desideri, voglie, compiono azioni fatte per soddisfare le personali pulsioni. Sono individui con atteggiamenti meschini e avidi, o generosi e leali. Singolari o omologati. Stupidi o molto furbi. Comunque sempre tormentati da qualcosa. Non è mai facile conquistarsi il piacere e tutti loro lo dimostrano. Così come non riescono quasi mai a trovare sintonia con i rappresentanti dell’altro sesso. Comunque vada, c’è sempre un prezzo da pagare e prima o poi si presenta qualcuno per chiedere il conto. Per rendere conto di quanto si è fatto.

   A volte i racconti sono un poco spinti, ma mai volgari. Il lettore mi scuserà, spero, ma serve per descrivere bene quel momento particolare, cioè il confronto diretto tra uomo e donna senza più barriere e abiti che li separa. A volto sono anche ripetitivi nella loro illustrazione, ma perché comunque la relazione sessuale, se si toglie la parte di sentimenti e passioni e regole e si rimane semplicemente sulla fisicità del rapporto, è tutto sommato un atto tanto banale da risultare imbarazzante.

   La galleria di personaggi è varie e notevole. Molti dei comportamenti umani sono descritti. Alcune situazioni sono divertenti, altre dure e complesse, ma tutte esprimono, ribadisco, il difficile rapporto che esiste tra uomo e donna ed i sentimenti che inevitabilmente scorrono tra loro fino ad arrivare all’atto che li rappresenta tutti: il rapporto sessuale. Le storie raccontate a volte paiono paradossali, a volte sembra che sia successo proprio a noi giusto ieri. Avventure, volute o meno, alcune divertenti, altre molto meno. Quasi tutti episodi di vita reale, dai quali ho preso spunto, perché la realtà supera sempre la fantasia.

   Non cercate analogie, comportamenti, preferenze da parte mia, perché non ce ne sono. Io non sono nessuno di questi personaggi, anzi forse uno, ma non è importante. E comunque nulla di quanto scritto è stato da me fatto o anche solo sperato o cercato. E’ semplicemente la mia fantasia che galoppa oltre alla presunzione, a voi giudicare se è ben fondata, di conoscere bene l’animo umano.

   La mia parrebbe un’ossessione ma non lo è, semplicemente descrivo dei sentimenti comuni degli essere umani con le loro debolezze e virtù e in mezzo, quando serve, parlo di sesso. Per donne si sono scatenate guerre. Uomini si sono uccisi o rovinati. Vi sono donne che per la loro bellezza sono diventate ricche e famose, altre che si sono perse. Molti degli atti della vita quotidiana di una persona sono svolti in base al sesso, anche per quelli mentalmente sani di mente e corpo.

   I ragazzi si scelgono perché sono in sintonia sul sesso. Vivono per quei momenti. Pensano a cosa succederà dopo, quando saranno da soli, e si preparano mentalmente. Lo desiderano, lo sognano, lo fanno. E guai se non fosse così. Come facevo io da giovane, come facevano centinaia di anni fa i nostri antenati e come faranno nel prossimo millennio i nostri pronipoti. Il sesso è parte di noi. Altrimenti la razza si estinguerebbe. E’ il nostro istinto. Tutti noi abbiamo sogni, fantasie, perché no? E’ cibo per la nostra mente. L’immaginazione  ci mette in grado di pensare a situazioni erotiche, piccanti, di appagare la curiosità. Per provare poi a replicarle in situazioni lecite. Chi, uomo o donna, non ha mai sognato di essere amato in situazioni strane, intriganti? Certo questo non vuole dire necessariamente farlo, perché può rimane confinato, appunto, tra le fantasie.

   Allora, perché non parlarne e raccontare lo squallore o la bellezza che ci è dietro a questo atto, cioè a quella miriade  di sentimenti che si mettono in gioco? In realtà, come ho cercato di spiegare, parlo dell’argomento più trito e sfruttato al mondo. Non mi discosto da tanti altri prima e certamente anche dopo di me. Tutte le canzoni parlano d’amore, i libri anche, le leggende pure. Tutti gli individui che incontriamo sul nostro cammino sono frutto di una notte d’amore. Tutte le storie cominciano, proseguono e finiscono a letto. Sono omologato a tanti.

   Quindi cari lettori, se avete ormai abbandonato ogni velleità riguardo il sesso, se non vi solleva alcun sentimento o curiosità o emozione ma anzi vi infastidisce, se lo vedete come una faccenda brutta o sporca, se lo vivete come una costrizione, allora lasciate perdere, questi racconti non sono adatti. Se non vi è mai sfiorato il dubbio che qualcosa non funzioni nella vostra vita sessuale, se le vostre certezze sono salde, non cercate argomenti per metterle in discussione. Perché se il vento vi inquieta e i ricordi vi potrebbero assalire portando guai, restate dove siete, a navigare in acque tranquille. Il mare aperto non è per voi.

 

 

Indice racconti

NON MI LASCIARE

QUELLA CANZONE PERDUTA PER UNA GROUPIE QUALSIASI

TI RESTO COMUNQUE VICINO

IL SACRO ED IL PROFANO

LA DONNA PERFETTA NON ESISTE

L’UOMO PERFETTO NON ESISTE

UNA PRESTAZIONE DI QUALITA’ SUPERIORE

IL SEGRETO DELLE DONNE

SEMPRE NON E‘ PER SEMPRE

POI E’ ARRIVATA CLOTILDE

AVEVO TUTTE LE RISPOSTE

CORREVA L’ANNO 68

QUESTA SERA QUALCHE COSA TI TOCCA

IL PRIMO DEI SECONDI

LA BARISTA DI QUEL PAESINO DI MONTAGNA

IL GIOCATTOLO MERAVIGLIOSO

IL VALORE DELLA COMMOZIONE

MAI DIRE MAI

Condividi Condividi

Recensioni totali: (0)

Il tuo voto
Scrivi la tua recensione

Per inserire un voto o una recensione, effettuare il login.